Come Imparare a Scrivere Meglio: dal libro On Writing di Stephen King

Come migliorare la propria scrittura per essere più incisivi nella comunicazione e nel raccontare una storia.

PANORAMICA

Se hai il sogno nel cassetto di scrivere un libro o di raccontare storie avvincenti, in questo video ti racconterò alcuni metodi per migliorare il livello di scrittura.

Ho preso lo spunto da Stephen King e dal suo libro On Writing, nel quale racconta la sua vita da scrittore, attraverso delle istantanee.

Se mi segui già saprai che mi piace leggere, a volte romanzi e narrativa, negli ultimi tempi più saggistica, con lo scopo di migliorare alcune mie competenze.

Ho voluto leggere questo libro non perché voglio diventare uno scrittore,
ma perché ritenevo fosse di aiuto alla produzione dei contenuti online alla quale mi sono approcciato negli ultimi anni.

In effetti è stato così, questo libro insieme a “Scrivere Bene” di William Zinsser, mi hanno trasmesso alcuni concetti molto utili. Concetti che ritengo possano essere interessanti anche per te.
Non solo per scrivere un romanzo, ma anche se vuoi scrivere un articolo, un post sui social, una lettera o una semplice mail.

La scrittura è alla base della creazione di ogni contenuto e se vuoi imparare a scrivere meglio, leggi questo articolo, ma soprattutto leggi i due libri che ho citato.

REMINDERS

Non dimenticarti di iscriverti alla Newsletter del sito, al canale YouTube e al Podcast.
Inoltre seguimi su Instagram e iscriviti al canale Telegram

puoi acquistarlo qui

SCRIVERE A PORTE CHIUSE

Le distrazioni sono delle brutte bestie, è scontato, ma non lo è altrettanto tenerle lontane. Smartphone, pc, colleghi, sono tutte distrazioni da tenere lontane. Che dovrebbero essere tenute momentaneamente fuori dalla porta.

Stephen King parla di “scrivere a porte chiuse”, ritagliarsi quello spazio fisico e temporale nel quale concentrare tutte le proprie energie nella scrittura.

Devi avere la tua oasi senza distrazioni e deve essere uno spazio regolare, un’abitudine, ogni giorno. Se vuoi migliorare la tua scrittura, devi scrivere tanto, devi farlo diventare un’abitudine.

Perciò deve ritagliarti una fascia di orario durante la quale ogni giorno scrivi. Devi essere costante e metodico per conseguire dei risultati, tutti i giorni, domeniche comprese.

Più facile a dirsi che a farsi.

Un altro consiglio è quello di evitare di far leggere la prima stesura. Con tutte le buone intenzioni del mondo di chi leggerà, non potrà mai comprendere a fondo ciò che vuoi dire.

Il rischio è di ricevere dei giudizi inesatti. La prima stesura è un flusso di idee, parole, pensieri, spesse volte piena di errori e frasi incomprensibili.

Quando hai completato la prima versione, lasciala riposare almeno un giorno, meglio se di più. È necessario che tu rilegga ciò che hai scritto con “occhi nuovi” e fare una delle parti importanti e difficili del processo: cancellare e correggere.

Prima di far leggere la tua opera al tuo lettore, devi fare la revisione del testo. Devi fare attenzione a togliere tutti gli avverbi (o quasi), alle frasi passive trasformandole in attive (il cane è stato accarezzato da Carla, diventerà: Carla ha accarezzato il cane).

Ogni frase dovrebbe seguire la logica: soggetto – fa qualcosa.
Durante la prima revisione inoltre, se possibile, correggi tutti quegli errori ortografici e grammaticali. Stai attento ai soggetti, ai plurali, a chi fa cosa.
Frasi brevi, chiare, senza giri di parole.

USA IL TUO VOCABOLARIO

“Dillo a parole tue”, quante volte te lo sei sentito dire? Nella scrittura è fondamentale per risultare autentici e credibili.
Spesso sono tentato di utilizzare paroloni altisonanti per fare una bella impressione.
Parole che però non mi appartengono e che non ho ancora digerito e compreso fino in fondo. La scrittura così risulta artificiale. Chi legge sente che qualcosa stona.

Il miglior modo di scrivere è quello di essere semplici e diretti. Bisogna dire soltanto la verità, non far finta di essere chi non sei, con parole che non hai. Il vocabolario si arricchirà da solo scrivendo e leggendo fino a far diventare tuoi, quei termini alieni.

LEGGERE TANTO E SCRIVERE TANTO

Leggi e ti sarà dato. Ritagliati uno spazio per scrivere, ma ritagliati anche uno spazio per leggere.
Leggere tanto è la regola base se vuoi scrivere meglio.

La scusa del “non ho tempo” non vale. Il tempo lo devi trovare, mezz’ora al giorno, un’ora al giorno, tre ore al giorno, scegli tu.
Puoi farlo dove e quando vuoi.

Leggere tanto e tutto. I bei romanzi e i grandi saggi sono sì perfetti, ma devi leggere anche cose diverse che purtroppo a volte saranno indigeste, noiose o addirittura mal scritte.
La robaccia, dice King, ti aiuta a capire cosa non devi fare.

Leggere tanto e scrivere tanto quindi come ti ho già detto, ogni giorno,
regolarmente, come se fosse un lavoro.
Mi sono espresso male: è un lavoro.

Buona lettura.

Iscriviti e riceverai l'avviso via email ad ogni nuova pubblicazione
Loading

Se ti è piaciuto l’articolo iscriviti alla Newsletter del sito, al canale YouTube e al Podcast.
Inoltre seguimi su Instagram e iscriviti al canale Telegram

acquistalo qui

Danilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto