PADRE RICCO PADRE POVERO di ROBERT KIYOSAKI: relazione libro

La relazione del libro PADRE RICCO PADRE POVERO di ROBERT KIYOSAKI, edizione GRIBAUDI 2017

Se vuoi avere risultati diversi, devi fare (e pensare) qualcosa di diverso

L’AUTORE

Robert Kiyosaki, scrittore, imprenditore e istruttore finanziario. Divulga da sempre l’idea dell’imprenditoria che non viene insegnata a scuola, anzi che la scuola ti prepara ad essere solo un dipendente.

L’ARGOMENTO

L’argomento principale di questo libro è il come migliorare la propria situazione finanziaria.

Lo scopo del libro è cambiare il tuo modo di pensare sul denaro, partendo dalle idee che hai sui soldi e di come queste idee nascano sin da bambini, dall’educazione finanziaria che ricevi.

CONTENUTO E CONCETTI

L’educazione finanziaria (oltre che civica) parte ovviamente dai nostri genitori, da qui il titolo.

FARE QUALCOSA DI DIVERSO

“Se ti accorgi di esserti scavato la fossa smetti di scavare” l’autore usa questa frase dal punto di vista finanziario, cioè se ti sei accorto che il modo in cui stai gestendo le tue entrate e le tue uscite è fallimentare allora la cosa più semplice da fare è smettere di farlo in quel modo.

Banalità, che come tutte le banalità sono le più difficili da mettere in pratica.

Ad esempio: buona parte dei fumatori sa che fa male, vorrebbe smettere, ma non ci riesce per vari motivi tutti plausibili.

Spesso la soluzione più semplice per allontanarsi da situazioni spiacevoli che vivi, è smettere.
-smettere di fumare;
-smettere di mangiare troppo e male;
-smettere di bere alcolici;
-smettere di ostinarsi in un rapporto ormai finito.

Crudele nella sua semplicità perché non ci sono scuse, se stai trovando scuse allora non lo hai ancora fatto.

LA PAURA DI ESSERE DIVERSI

Spesso però prendere delle decisioni così nette in alcuni ambiti, ci rende in qualche modo diversi e questo spaventa.
Anche se aspiriamo tutti ad essere originali e unici, tendiamo a conformarci alla società.

Siamo influenzati dal giudizio degli altri.
Conformarsi ed essere uguali alla massa ci fa sentire in qualche modo al sicuro, ci fa sentire parte del branco.

Se fai cose troppo diverse ti senti diverso, ti senti escluso. Se ti senti escluso ti senti morire.
Ma secondo Kiyosaki, per trovare nuove soluzioni ai problemi bisogna cambiare, sia nel modo di fare che di pensare.
Questo ci rende in qualche modo diversi ed è proprio questo timore che ci impedisce spesso di fare quel salto di qualità che ci permetterebbe di trovare quelle soluzioni che ci servono.

Così sembra tutto difficile, molto difficile.

FARE E’ PIU’ FACILE DI DECIDERE DI FARLO

La vita, sempre secondo l’autore, è come andare in palestra: “il momento più difficile è decidere di andarci”.

Quando pensi ad un’azione che devi intraprendere, come quando devi pensare ad un esame del giorno dopo o ad un incontro di lavoro, sembra tutto estremamente faticoso e difficile.
Più di quanto in realtà non sia e lo sai bene, ma continui a bloccarti nella fase della decisione, anche se è ovvia.

E così decidere di fare una cosa è spesso molto più difficile che l’azione in sé.

DONARE PER IL PIACERE DI DONARE

Quarto e ultimo concetto che mi è rimasto impresso dal libro è l’importanza di donare, di condividere.

Il vero ricco non lavora per fare soldi anzi, una cospicua parte dei propri introiti solitamente li dona.
Non ne fa una questione puramente materiale, ma parla anche della conoscenza.

Donare il proprio sapere, saper dare oltre che ricevere, è un’abilità importante, dice l’autore.
Condividere le proprie conoscenze per il solo piacere di insegnare, senza aspettarsi necessariamente un ritorno, ci permetterà anche di imparare.

Buona lettura.

Iscriviti e riceverai l'avviso via email ad ogni nuova pubblicazione
Loading

Danilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto